Ci sono alcune caratteristiche delle muffe che quasi nessuno conosce e che, invece, sono determinanti per affrontare correttamente il problema.

  • Nella stanza c’è molta più muffa di quello che immagini

Quando vedi delle macchie, stai osservando delle colonie fatte di muffe e sporco (e anche di batteri).

Hai presente il tarassaco?

foto di tarassaco in fiore

I soffioni che tutti noi da bambini, passeggiando, soffiavamo perchè volassero liberi nell’aria?

Le spore della muffa si disperdono nella stanza allo stesso modo, il guaio è che poi si depositano ovunque.

Dalle superfici come vetro e acciaio è facile rimuoverle.

Ma sulle superfici porose come la pittura e il legno, invece, cosa accade?

Le spore penetrano nelle microporosità perchè sono molto più piccole dei microscopici pori di quei materiali.

E quando incontrano le condizioni ideali (dal momento che in casa tua la muffa si forma, purtroppo ci sono), mettono le radici (ife) dentro le microporosità, e da questo momento l’odissea infinita prende vita.

  • Senti l’odore di muffa nell’armadio?
  • La muffa si forma sulle schiene dei mobili?
  • Ti accorgi che ogni volta che esce lo fa in modo più aggressivo ed esteso?

Eseguire un trattamento contro la muffa significa intervenire su tutte le superfici porose delle stanze contaminate.

  • Tutti curano i sintomi, tu hai bisogno di curare la malattia

Le ragioni per le quali si forma la muffa sono molteplici.

E vanno indagate.

Vai dal medico con delle pustole sulla pelle.

Senza visitarti e senza approfondire per capire di cosa si tratta, ti prescrive una crema per la pelle.

Se quella crema non ti fa guarire e il medico ti fornisce risposte sbrigative, rimani dell’idea che è lui lo specialista che può aiutarti a guarire?

  • Come evitare la muffa sulle pareti

Una o più cause specifiche fanno crescere la muffa nella tua abitazione e le devi affrontare come affronteresti una malattia grave.

E’ fondamentale indagarle, scovarle, prima ancora di fare qualunque trattamento.

Se stai cercando informazioni su quale marca di pittura è la migliore da usare e quale tipo tra i tanti proposti serve a te, aspetta ed evita di spendere altri soldi inutilmente.

Le pitture che adesso ricoprono le pareti sono adatte ad alimentare le muffe e possono essere aggredite dalle loro spore.

Quello che deve essere utilizzato per evitare tutto questo è un prodotto funzionale specifico.

Un prodotto che rende la parete incapace di far comparire nuove macchie ed è in grado di evitare che il fungo metta nuove radici nelle microporosità.

Inoltre, deve essere dotato della proprietà di riequilibrare la temperatura della parete con quella dell’aria riscaldata, 24 ore al giorno in modo continuo.

  • Gli antimuffa nascondono la muffa, non la eliminano

Le colonie di muffa presentano sulla loro superficie una sostanza simile alla gelatina (si chiama biofilm) che è impossibile da vedere ad occhio nudo.

A contatto con questa sostanza gli antimuffa al cloro (quelli che odorano come da piscina e ti tolgono il respiro, che dentro hanno varechina per capirci), perdono ogni loro potere.

Quell’antimuffa sbianca le muffe e le nasconde ai tuoi occhi, ma lascia le radici intatte, vive e vegete dentro le microporosità della pittura.

Chiunque ti propone il ciclo antimuffa userà prodotti a base di varechina e poi applica la pittura antimuffa, indipendentemente dall’origine del problema.
Le conseguenze per te sono che:
  • la muffa non viene distrutta al 100%
  • la causa che la scatena non viene individuata e tantomeno risolta
  • il tuo portafoglio intanto si è svuotato (ahimè lo dovrai svuotare nuovamente al ritorno delle macchie)

E’ arrivato il momento per te di evitare altri errori e di agire in modo corretto, bonificando la stanza, distruggendo le radici delle muffe nelle microporosità della pittura e tutte le spore che si sono diffuse ovunque senza limiti.

 


Durante la telefonata di approfondimento che una nostra incaricata farà con te chiamandoti al numero che ci indicherai, fisserà il giorno e l’ora del sopralluogo tecnico.
Al termine dell’indagine, ti forniremo un report di dettaglio con le specifiche del problema, le cause che permettono alle muffe di crescere e tornare a farlo, come risolverle e smettere di soffrire del problema.
Un documento che rimane a te anche se deciderai che quello che ti abbiamo spiegato e proposto non ti piace, e che ti potrà tornare utile se ti rivolgerai a qualche applicatore.
Non corri nessun rischio, non hai nessun obbligo e ottieni un’analisi approfondita del male che infesta le stanze, con le indicazioni su come risolverlo in modo definitivo.
Clicca qui e fissa il giorno del sopralluogo, non vediamo l’ora di poterti aiutare.
Ad maiora
Andrea
Foto Andrea Bernardi esperto diagnosi problemi di muffa
Andrea Bernardi
Esperto in diagnosi di problemi di muffa